Verbania: Gli esseri umani sono creature sociali e prendersi cura gli uni degli altri è la base stessa della nostra vita

Considerato l’estenuante lavoro svolto dal personale sanitario in questo difficile periodo, proponiamo la preparazione di un tiramisù, da consegnare ai reparti malattie infettive, sperando che possano ricaricarsi e trovare qualche attimo di sollievo.Ingredienti: una confezione di savoiardi, 250 ml. di caffè, 6 tuorli d’uovo, 200 gr. di zucchero, 250 gr. di mascarpone e 200 gr. di panna montata.Procedura: deporre in una pirofila uno strato di savoiardi e bagnarli con il caffè, nel frattempo si prepara lo zabaione con le uova e lo zucchero, in un contenitore si versa la panna con il mascarpone amalgamando il tutto. In seguito, si uniscono i due composti e si depone sui savoiardi la crema, alternando uno strato di savoiardi alla crema tiramisù. Infine l’ultimo strato di crema tiramisù, si cosparge con il cacao amaro. Si pone la pirofila nel frigorifero per un paio di ore ed è poi pronto per essere servito.Ricordarsi di lavare sempre in modo accurato le mani prima e durante ogni preparazione.Solleviamo gli animi del personale sanitario che avverte sulla propria pelle la fatica di ore interminabili di lavoro, la sofferenza di pazienti e familiari che per fatalità improvvise vedono i loro cari soccombere a questo virus e, sono distanti dai propri affetti poiché la loro famiglia è diventata l’Italia intera. “Uniti ce la faremo!”. Ricetta proposta con la collaborazione dell’amico pasticciere e volontario della Protezione Civile Roma, Stefano Martinelli.

Esperta Servizi al cittadino Dr.ssa Mag.le Francesca Accetta