Napoli: Accetta,”Un medico saggio disse” la migliore medicina è l’amore e le attenzioni e se non funziona aumenta le dosi”

Negli ultimi anni, i vari Stati, alla conquista di nuovi stadi economici, si sono dimenticati dell’ uomo nella sua dimensione di essere umano e quindi hanno operato tagli alla sanità, al welfare ed oggi ci rendiamo conto che invece erano servizi essenziali che andavano tutelati e potenziati. La tutela della salute sempre al primo posto, così come previsto dai dettami costituzionali,  essendo ogni vita fondamentale e non si può sacrificare un essere umano a discapito di un altro. Anziché correre alla ricerca del profitto sarebbe stato meglio camminare e pensare al benessere della persona e delle fasce deboli. Anche la situazione penitenziaria è drammatica e di difficile gestione tant’è che fra gli operatori di Polizia Penitenziaria un ragazzo è in coma farmacologico. Questo dimostra che la prevenzione è cruciale per ogni fascia di età soprattutto nei luoghi in cui si lavora con persone già debilitate e maggiormente esposte a situazioni di pericolo. Giambattista Vico nei “Corsi e ricorsi storici” diceva che la storia in tutte le forme della cultura umana e sociale si ripete, quindi la storia ci sta presentando il conto.
Dr.ssa Mag.le Francesca AccettaEsperta Servizi al cittadino