Messina: Turismo, Accetta: il Duomo Messina, ombelico del mondo

Il Duomo di Messina è un’opera complessa, originale, che infonde gioia pura e sentimenti di meraviglia per le peculiarità che lo rendono unico  al mondo. L’ orologio che lo caratterizza consta di ingranaggi e leve autonome che raffigurano scene suggestive, attingendo energia cinetica da un possente meccanismo di orologeria a contrappesi, sito al centro della struttura ed alimentato da un potente motore elettrico per il sollevamento dei contrappesi.  

La particolarità del Duomo di Messina deriva proprio dal ruolo che riveste tale meccanismo, predisposto per muovere gli indici dei quadranti, avviare il suono dei quarti e delle ore  nonché i movimenti delle diverse raffigurazioni che animano l’arco della giornata. I movimenti ed i suoni che si innescano da mezzogiorno scaturiscono dallo stesso meccanismo ed ogni rappresentazione cede il posto alla successiva fino al termine ossia un quarto d’ora dopo le 12. Le raffigurazioni racchiudono un significato storico e religioso prettamente connesso alla città, alla simbologia umana ed animale e al trascorrere del tempo.

La facciata del Duomo raffigura i fenomeni astronomici della giornata, la cui data è scandita da un angelo attraverso una freccia.
In conclusione, otto campane suonano alla fine dei movimenti.

Le ore sono scandite, ogni quarto d’ora, da due statue Dina e Clarenza, correlate alla storia dei Vespri Siciliani.
Il carosello dei giorni è rappresentato da sette carri guidati da divinità pagane mentre il carosello dell’età è composto da quattro statue raffiguranti l’infanzia, la giovinezza, la maturità e la vecchiaia. Infine, al centro della scena è raffigurata la morte con la falce. Il Duomo di Messina merita il posto di ombelico del mondo, dove far confluire i pellegrini sentendosi a casa propria.

Dr.ssa Accetta Francesca

Esperta servizi al cittadino