Verbania: Progetto di vita

Con la fine del servizio di leva, tante strutture militari sono rimaste in disuso, tuttavia le emergenze sociali ed in particolare la presenza sul territorio di diseredati, senza tetto, emarginati, poveri, ci portano a riflettere sull’esigenza di intervenire per alleviare le loro sofferenze in modo concreto, pensando quindi di destinare le caserme dismesse in centri di ospitalità, assistenza, accoglienza per coloro che vivono purtroppo ai margini della società. Lo Stato ha il dovere di rimuovere gli ostacoli che intralciano la dignità sociale, rammentiamo la straordinaria ed imponente costruzione edificata per volontà di Carlo III di Borbone che nel 1749, con la costruzione dell’albergo dei poveri, rappresentò un esempio di solidarietà per tutto il mondo.
Francesca AccettaEsperta servizi al cittadinoGiurista Specializzata Professioni legaliEsperta criminologia e psicologia forenseIscritta al Foro di AvellinoPolizia Penitenziaria