Verbania: Crescere stringendosi per mano

Come si sente un figlio appena maggiorenne di un detenuto, che ha innanzi a sé la vita, affrontandola con timore? Quali emozioni prova nei contatti sociali? Quante difficoltà affronta nei contesti scolastici e lavorativi, in particolare, in che modo si riverberano sui figli, dal punto di vista dello sviluppo psico-fisico, le condotte dei genitori? Quesiti che porrei in un confronto genitori-figli.

Un figlio non decide di nascere, è frutto della responsabilità delle azioni di una coppia e, crescere fra le mura di un carcere, seppur accogliente per minimizzare l’impatto, è comunque un trauma.
È stato stilato un Protocollo d’Intesa tra il Ministero della Giustizia, l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’adolescenza e l’Associazione bambinisenzasbarre Onlus, c.d. Carta dei diritti dei figli dei genitori detenuti, per meglio garantire la continuità dei rispettivi rapporti, corroborata dal Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa, con una raccomandazione rivolta ai 47  Stati membri, al fine di garantire pari dignità ed opportunità, quindi eguali diritti ai figli dei detenuti.
Tuttavia l’aspetto umano necessita di essere affiancato ad un aspetto assolutamente più pragmatico, il lavoro. Premesso che l’onestà dev’essere premiata e che delinquere non può rappresentare il discrimen per ricavare vantaggi laborativi, è un dato certo che un figlio di un detenuto ha un margine di possibilità inferiori per incanalare la propria esistenza su di un percorso di legalità ed un margine di possibilità superiori per seguire purtroppo le orme dei padri.
La possibilità di stanziare fondi appositamente destinati ai figli dei detenuti che si affacciano al mondo del lavoro e si distinguono per meritevoli risultati scolastici, per costruire insieme con ragazzi volenterosi , vissuti in famiglie normali, spazi di crescita e speranza, come ad esempio, la nascita di un vivaio in cui sentire il fresco profumo di libertà.
Dr.ssa mag.le Francesca Accetta
Esperta in Criminologia e Psicologia Forense
Specializzata in Professioni Legali
Iscritta al Foro di Avellino
Polizia Penitenziaria Verbania