Verbania: Il peperoncino: rosso, benefico e piccante!

Il peperoncino appartiene alla famiglia delle solanacee, di cui fanno parte le patate, i pomodori e le melanzane.
La pianta, presente in ogni zona del mondo, nelle sue varietà, si distingue per i colori caldi, infatti nella fase di maturazione, il loro colore è dapprima verde, poi giallo e rosso acceso.
Il gusto piccante, ne fa una spezia ottimale per insaporire i piatti tradizionali.
Ricco di vitamina A, B, C, E, K, contribuisce alla diminuzione del colesterolo, favorisce la mobilità intestinale, è un antiossidante e antistaminico, previene le infezioni.
In particolare, la presenza della capsicina, stimola fortemente la circolazione sanguigna e funge da miglior cura per gastriti ed emorroidi, contrariamente a quello che molte persone e anche i medici affermano.
I migliori frutti si ottengono ad una temperatura di 20-30 gradi. Il terreno più adatto è di medio impasto, con una buona dotazione di sostanza organica.
Il peperoncino è una pianta molto sensibile allo stress idrico, quindi necessita della giusta quantità di acqua.
Fra le ricette tipiche siciliane, rammentiamo: peperoncini ripieni con tonno e capperi, salsa piccante estratta da peperoncini, peperoni, aglio e cipolla, peperoncini sott’olio, marmellata col peperoncino.
Un classico momento conviviale, è lo spaghetto a mezzanotte, con aglio, olio e peperoncino.
Statisticamente, si è notato che nel Molise, la percentuale delle malattie legate al cuore, è inferiore rispetto al resto d’Italia, proprio per l’abbondante utilizzo del loro peperoncino, particolarmente piccante, nella dieta quotidiana.
E non trascuriamo gli effetti afrodisiaci da sempre decantati, perché nella vita un “pizzico” di peperoncino , non deve mai mancare.

William Leanza Agronomo

Raffaello Cuter Esperto in medicina naturale

Dr.ssa mag.le Francesca Accetta
Esperta servizi al cittadino nonché esperta dei risultati del peperoncino… 🙂