Randazzo: Parco Fluviale dell’Alcantara, il sindaco di Randazzo Francesco Sgroi eletto all’unanimità nel comitato esecutivo

L’attivismo del neo sindaco di Randazzo, Francesco Sgroi, orbitante nell’area di centro destra, a poco più di un mese dall’insediamento, registra un altro successo che si traduce anche in un maggiore peso politico per la città etnea in ambito intercomunale

Nel corso dell’ultima seduta del consiglio del Parco Fluviale dell’Alcantara, convocata dalla commissaria straordinaria Ornella Infantellina, svoltasi ieri martedì 17 luglio, il sindaco di Randazzo è stato eletto, all’unanimità, componente del comitato esecutivo dell’Ente in rappresentanza delle città metropolitane di Catania e di Messina e dei dodici comuni ricadenti nell’area protetta del Parco (Calatabiano, Castiglione di Sicilia, Francavilla di Sicilia, Gaggi, Graniti, Malvagna, Mojo Alcantara, Motta Camastra, Randazzo, Roccella Valdemone, Taormina, Giardini Naxos).

Prima dell’adeguamento dello statuto, le cui modifiche sono state approvate lo scorso mese di giugno, a rappresentare comuni e città metropolitane in seno al comitato esecutivo erano quattro sindaci. Adesso, per la prima volta nella storia del Parco, a rappresentare i suddetti enti locali sarà soltanto un sindaco. E per iniziare questo nuovo ciclo nel corso della discussione il primo cittadino di Francavilla di Sicilia, Vincenzo Pulizzi, località che ospita la sede del Parco, riconoscendone l’autorevolezza e la capacità ha proposto il nome del neo sindaco di Randazzo. Alla conta dei voti, tutti i suffragi sono stati per il sindaco Francesco Sgroi che pertanto è stato eletto all’unanimità.

Il comitato esecutivo, cui fanno parte anche due membri di diritto – il presidente o il commissario del Parco e il dirigente dell’Ispettorato Ripartimentale delle foreste competente per territorio, in rappresentanza della Regione Siciliana – dura in carica cinque anni e ha un ruolo vitale per il funzionamento dell’Ente.

Tra i compiti d’istituto svolti dall’organismo figura l’adozione di provvedimenti di competenza del consiglio del Parco, nei casi di eventuale urgenza; la predisposizione degli atti da sottoporre all’approvazione del consiglio del Parco; il rilascio delle autorizzazioni e le concessioni riguardanti l’esercizio di attività funzionali alla fruizione culturale, turistica e sportiva nell’ambito del Parco; l’approvazione di progetti di opere.

“Ringrazio i colleghi sindaci e le città metropolitane di Catania e di Messina per la fiducia accordatami nell’assegnarmi il ruolo di rappresentante degli enti locali in seno al comitato esecutivo – dichiara soddisfatto il sindaco Sgroi – c’è tanto lavoro da svolgere per migliorare la tutela degli ambienti naturali protetti, ma anche per la fruibilità dei luoghi e per lo sviluppo economico dei territori ricadenti all’interno dell’area protetta. Renderò il massimo impegno – conclude il primo cittadino di Randazzo – sia per ripagare la fiducia dei colleghi, sia per valorizzare ulteriormente il Parco Fluviale dell’Alcantara”.

Gaetano Scarpignato